Ucraina, Nato: Russia fermi i ribelli

stoltenberg-nato

Il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, ha chiesto oggi alla Russia di usare la sua “notevole influenza sui ribelli per mettere fine alla violenza” in atto negli ultimi giorni in Ucraina.

“In Ucraina stiamo assistendo alla più grave escalation di violenza dopo tanto tempo, in particolare dentro e attorno ad Avdiivka”, ha detto Stoltenberg in una conferenza stampa a Bruxelles, riferendo di oltre 5.600 violazioni del cessate il fuoco registrate la scorsa settimana.

La situazione umanitaria, ha sottolineato Stoltenberg, è terribile, con 20 mila persone che si trovano a far fronte al freddo senza riscaldamento, acqua ed elettricità. “Invitiamo la Russia a usare la sua notevole influenza sui ribelli per mettere fine alla violenza, tutte le parti dovrebbero mettere pienamente in atto gli Accordi di Minsk”, ha aggiunto.

Secondo il Cremlino, che cita “informazioni attendibili”, “ieri sono stati alcuni battaglioni di volontari nazionalisti a cercare di attaccare il territorio controllato” dai filo-russi.

“Questi battaglioni”, ha detto il portavoce del presidente russo, Dmitrij Peskov, “hanno avuto il sostegno dell’artiglieria delle forze armate ucraine”, e i miliziani separatisti hanno dovuto rispondere al fuoco “per riprendere il loro territorio” ad Avdiivka. Nonostante, inizialmente, i filo-russi abbiano perso posizioni a favore dell’esercito di Kiev, ora, ha riferito Peskov, dopo la controffensiva, i separatisti sono tornati sulle loro posizioni.

Fonte della notizia: Ria Novosti, Askanews

Precedente Doping, Russia esclusa da Paralimpiadi Pyeongchang 2018 Successivo Ucraina, Putin: Kiev punta a estorcere denaro a Usa e Ue