Siria: trilaterale Russia-Iran-Turchia

hhhhhhhhhhhhhhhhhh

Il presidente russo Vladimir Putin ha ribadito nel corso dell’apertura del trilaterale Russia-Iran-Turchia che a Idlib i terroristi stanno preparando provocazioni anche con l’uso di armi chimiche.

“I gruppi rimanenti di estremisti (in Siria) sono al momento concentrati nelle zone di de-escalation nella provincia di Idlib e stanno tentandi di interrompere il cessate il fuoco. Inoltre stanno cercando di preparare i vari tipi di provocazione anche con l’uso di armi chimiche”, ha detto Putin.

Putin ha detto che il governo siriano di Bashar al Assad “ha il diritto” di riprendere il controllo di tutto il Paese, compresa la regione di Idlib. Lo ha detto il presidente russo Vladimir Putin al vertice di Teheran, aggiungendo che ormai in Siria “i terroristi restano solo a Idlib”.

Ma una vera intesa sulla situazione non si è ancora trovata.Putin e Rohani si apprestano a sostenere l’attacco delle forze governative siriane contro Idlib, l’ultimo grosso bastione rimasto in mano ai terroristi, mentre Erdogan pensa con preoccupazione all’afflusso di rifugiati che si rovescerebbero sul confine turco per sfuggire al massacro: già oggi la Turchia ne ospita più di qualunque altro Paese al mondo, tre milioni e mezzo. Di più Ankara non riesce a fare, avverte Erdogan.

Fonte: Ria Novosti, Ansa

 

Precedente Putin alle prossime esercitazioni militari "Vostok 2018" Successivo Russia all'ONU: "abbiamo le prove del falso attacco chimico in preparazione a Idlib"

Lascia un commento

*