Russia, Putin ha approvato una nuova strategia di sicurezza economica per il paese

lllllllllllllllllllllllllllllll

Il Presidente russo Vladimir Putin ha approvato una nuova strategia di sicurezza economica per il Paese fino al 2030. Il decreto è stato pubblicato il 15 maggio scorso.

Nel documento vengono elencati i principali rischi per la Russia: misure discriminatorie che colpiscono settori chiave dell’economia, restrizioni all’accesso alle risorse finanziarie straniere e tecnologiche, escalation del potenziale conflittuale nelle aree di interesse economico del Paese anche limitrofe ai suoi confini, incremento delle fluttuazioni della congiuntura dei mercati commerciali e finanziari mondiali.

Inoltre, il documento prevede un miglioramento delle misure di risposta alle sanzioni.

L’export di petrolio e gas che è stato alla base dell’economia russa negli ultimi 15 anni non è più l’unica voce determinante, come di fatto riconosce il testo del decreto. La caduta del prezzo del petrolio si riflette anche in altri paragrafi firmati da Putin: tra i rischi eventuali vengono indicati la trasformazione nella struttura della domanda mondiale di risorse energetiche e l’esaurimento delle riserve di combustibili e materie prime.

Il Presidente ha incaricato il governo di elaborare in tre mesi le misure necessarie per attuare la strategia. Inoltre il gabinetto dei ministri dovrà valutare lo stato di sicurezza economica, garantire il monitoraggio della situazione e riferire annualmente al capo dello Stato sulle misure finalizzate a rafforzarla. Secondo quanto riporta Ria Novosti, la strategia verrà corretta ogni sei anni.

Le sanzioni, il calo dei prezzi petroliferi e la caduta dell’economia sono i fattori che hanno determinato la messa a punto di una nuova strategia di sicurezza fino al 2030. La precedente era stata elaborata oltre 20 anni fa.

Fonte: Russia Beyond the Headlines, Ria Novosti,.pravo.gov.ru

Precedente Usa, senatore McCarthy:" Trump è pagato da Putin" Successivo Bari, delegazione russa è arrivata in Italia per la reliquia di S. Nicola, tutto pronto per il viaggio verso la Russia