Pechino, Putin risponde alle domande dei giornalisti

 

sfsnv8lcvrwqbpu6gwa3pcpoqhmeldj7hhhhhhhhhhhhhhh“Il presidente della Microsoft ha detto chiaramente che il virus Wannacry è nato dai servizi d’intelligence degli Stati Uniti, la Russia non ha assolutamente nulla a che fare. Per noi, non ci sono stati danni sostanziali  a seguito del massiccio attacco informatico mondiale. I servizi segreti dovrebbero “essere consapevoli dei rischi” insiti nella creazione di software che possono essere usati “per fini malvagi”. Lo ha detto il presidente russo Vladimir Putin in una conferenza stampa a seguito del vertice sulla via della Seta in Cina.

Gli altri temi toccati durante la conferenza stampa a Pechino

Lo scontro politico interno negli Stati Uniti crea un certo nervosismo in politica estera ed economia, ha dichiarato il presidente russo Vladimir Putin in una conferenza stampa durante la sua visita in Cina.

“In un momento in cui nei più grandi centri principali della vita politica ed economica si registra un numero crescente di elementi di incertezza, diciamo negli Stati Uniti dove è in corso una dura lotta politica interna, si crea un certo nervosismo non solo in politica estera, ma anche nell’economia”. Nell’Unione Europea tutti osservano con ansia cosa accadrà con la Brexit, come si realizzerà e quali saranno i risultati”, ha detto Putin.

I rapporti con la Cina

Intervenendo al forum “Una cintura una via”, Vladimir Putin ha dichiarato che Mosca non teme l’espansione della Cina nel mercato russo. “La Russia non è un Paese che ha paura di qualcosa. Certamente le azioni della Cina non sono finalizzate ad assorbirci. Prendiamo tutte le decisioni insieme. Non facciamo scelte che vanno a svantaggio di uno di noi. Accettiamo unicamente le proposte che vanno a nostro favore, collaboriamo nello spazio abbastanza proficuamente e ci sono tutte le possibilità che questa cooperazione aumenterà. All’ordine del giorno c’è la consegna alla Cina dei nostri motori a razzo”. Secondo Putin, Mosca intende ampliare la cooperazione con la Cina. La Russia sostiene il progetto cinese “Una cintura una strada” e intende parteciparvi attivamente, ha dichiarato il presidente Vladimir Putin.

Corea del Nord

“Dobbiamo tornare a dialogare con la Corea del Nord, smettere di minacciare Pyongyang e trovare la strada per risolvere il problema pacificamente”. Nello stesso tempo Putin ha confermato di essere “contrario in modo categorico all’espansione dei programmi nucleari in Corea”, che sono “dannosi e pericolosi”. “Il missile lanciato ieri non ha rappresentato una minaccia per noi, ma, tutto questo, non porta a nulla di buono”, ha detto Putin.

Non è ancora arrivato il momento per un annuncio della sua candidatura alle elezioni presidenziali del marzo del 2018

Al giornalista che oggi a Pechino gli ha chiesto se è il momento per annunciare se si candiderà, Vladimir Putin ha risposto “no, non è ancora il momento”.

Fonte: Kremlin.ru, Ria Novosti, Sputnik

Precedente Russia-Usa,Tillerson:"Per il momento nessun nuovo inizio nelle relazioni con la Russia" Successivo Trump su Twitter: "Un mio diritto condividere informazioni con la Russia"