Il Messico preferisce comprare il grano dalla Russia e non dagli Stati Uniti

310x0_1465928515021-grano_in_russia-russ

Gli agricoltori americani devono affrontare nuovi problemi. Il Messico preferisce comprare più grano dalla Russia e non dagli Stati Uniti. A causa della politica commerciale aggressiva del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, il Messico ha iniziato a diminuire gli acquisti di grano americano per aumentarne le importazioni dalla Russia. Lo riferisce il quotidiano tedesco Contra Magazin.

Negli ultimi anni, la Russia e gli Stati Uniti hanno gareggiato per il titolo di leader mondiale nella fornitura di grano, scrive Contra Magazin. Ma ora, la posizione degli americani si è indebolita, soprattutto nei paesi vicini, soprattutto in Messico. Dal 1994, quando è stata creata l’Area di libero scambio nordamericana (NAFTA), il Messico era il principale acquirente di grano americano. Tuttavia, secondo la pubblicazione, la situazione ora è molto diversa.

A causa degli attacchi di Trump alla NAFTA, gli importatori messicani temono i dazi, così hanno iniziato a comprare grano in altri paesi sudamericani e soprattutto in Russia. Di conseguenza, nella prima metà del 2018 le importazioni totali di grano dagli Stati Uniti sono diminuite del 21%.

La Russia nel periodo 2016-2017 ha raggiunto la cifra record di 30 milioni di tonnellate di grano esportato, ovvero il 18% della quota di mercato mondiale.

Fonte: Contra Magazin

Precedente Putin invita Trump a Mosca, ma pronto anche ad andare a Washington Successivo Russia, a breve sul mercato la versione civile della motocicletta della scorta presidenziale