La Nato all’Italia: ” Sanzioni restano finché Mosca non cambia”

yens708

“La Nato è pronta a dialogare con la Russia, ma le sanzioni imposte a seguito della sua politica in Ucraina restano in vigore “fino a quando Mosca non cambierà atteggiamento”.

Un deciso stop agli annunci del neo premier che ieri ha ribadito la fiducia “all’Alleanza Atlantica”, ma promettendo che, dimostrandosi “fautori di un’apertura alla Russia”, Lega e M5S si faranno “promotori di una revisione del sistema delle sanzioni, a partire da quelle che rischiano di mortificare la società civile russa”.

Anche l’ambasciatrice Usa presso la Nato Kay Bailey Hutchinson ha commentato con i giornalisti il discorso del premier Giuseppe Conte ieri al Parlamento : “E’ importante che i nostri alleati restino saldi su questa posizione” nel mantenere le sanzioni, “almeno fino a quando la Russia non cambierà atteggiamento, ha aggiunto, perché altrimenti sarebbe un pessimo segnale da inviare a Mosca”.

Scende in campo per ribadire il suo “no” anche la Cancelliera  tedesca Angela Merkel che ha definito l’annessione della Crimea “una lampante violazione del diritto internazionale, che giustifica l’esclusione di Mosca dal G8”.

Fonte: Ansa, Il Fatto Quotidiano

Precedente Putin potrebbe incontrare Kim Jong Un a settembre Successivo Sedicesima edizione di "Linea Diretta con Vladimir Putin"