Gli Usa pronti ad armare l’Ucraina, Cremlino: “Evitare azioni che portino a escalation”

4143645ucra

“Tutti i paesi dovrebbero evitare azioni che possono portare ad un aumento delle tensioni in Ucraina”- lo ha detto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, commentando le notizie di possibili forniture statunitensi di missili anti-carro e di altre armi al paese. Ieri The Wall Street Journal ha riportato la notizia secondo cui il dipartimento di Stato e quello della Difesa avrebbero elaborato un piano per fornire all’Ucraina missili anti-carro e altre armi.

“La nostra posizione sul tema è ben nota, ha detto Peskov rispondendo alla domanda se la Russia sta programmando qualche negoziato con Washington o qualsiasi azione per aiutare l’Ucraina orientale, crediamo che tutti i paesi, in particolare i paesi che in qualche modo cercano un ruolo nella riconciliazione, dovrebbero evitare qualsiasi azione che potrebbe scatenare un altro round di tensioni in questa regione già difficile”.

Il Pentagono e il dipartimento di Stato americano hanno elaborato diversi piani attraverso i quali fornire l’Ucraina con missili anticarro e altre armi, e stanno cercando l’approvazione della Casa Bianca.L’iniziativa, confermata dal vice capo degli Stati Maggiori Riuniti Paul Selva, e appoggiata dal nuovo inviato nella regione Kurt Volker, è precedente all’espulsione di 755 diplomatici americani dalla Russia annunciata domenica dal presidente Putin.

Tuttavia Washington prevede di dotare questi armamenti alle unità dell’esercito ucraino che si trovano lontano dal confine russo e dalla linea di contatto nel Donbass, a sua volta Kiev promette di utilizzare queste armi solo in caso di emergenza.

Contro questa opzione si sono schierati i principali alleati degli Stati Uniti in Europa, in particolare la Germania e la Francia, che temono un’ulteriore escalation del conflitto. Gli Stati Uniti a loro volta contano che l’iniziativa per la fornitura di armi letali a Kiev verrà sostenuta da Paesi come Regno Unito, Canada, Polonia e Lituania.

Tra quello che gli Stati Uniti pensano di consegnare a Kiev c’è il missile anticarro “Javelin”, così come cannoni antiaerei ed altre armi. Da molto tempo Kiev chiede queste armi a Washington, osserva il giornale.

E mentre Kiev continua a combattere i separatisti sostenuti dalla Russia, i legami tra Mosca e Washington diventano sempre più difficili, procedendo nella direzione opposta dell’auspicata ripresa del dialogo.

Fonte: Ria Novosti, Il Velino, Sputnik

 

Precedente Putin "invita" 755 diplomatici Usa a lasciare la Russia entro settembre Successivo Più dell'80% degli studenti russi sostiene la politica del presidente Putin