Bruxelles, sulla Siria passa la linea italiana: niente sanzioni alla Russia

matteo-renzi-federica-mogherini-716224

I leader dell’Unione europea hanno deciso di non imporre sanzioni alla Russia per i bombardamenti ad Aleppo, anche se hanno avvisato Mosca che l’opzione rimane sul tavolo se continuano i massacri. 

L’ipotesi, che era nella bozza del testo finale, è sparita in extremis grazie alla ferma opposizione dell’Italia che, secondo fonti europee, ha lavorato in questo senso insieme alla responsabile per la politica estera dell’Ue, Federica Mogherini.

Renzi: “Non ha senso parlare di sanzioni alla Russia” “Credo che non avesse senso inserire anche qui un riferimento alle sanzioni”, ha detto al termine della cena a porte chiuse il premier, Matteo Renzi. “Bisogna fare tutte le pressioni possibili perché si faccia un accordo in Siria, ma è difficile che questo abbia a che vedere con ulteriori sanzioni alla Russia”. 

A non voler sentire parlare di sanzioni, secondo altre fonti, anche Spagna, Grecia, Austria  Cipro e Slovacchia.

Fonte della notizia: Rai News

I commenti sono chiusi.