Astana: discorso di Putin al Consiglio dei capi di Stato della Shanghai Cooperation Organization

feywvufb0netxxzvitf9var7tlxre8r6

Il presidente russo Vladimir Putin ha tenuto un discorso al  Consiglio dei capi di Stato della Shanghai Cooperation Organization, che ha visto la partecipazione dei capi delle delegazioni dei paesi osservatori della SCO e le organizzazioni internazionali.

Vladimir Putin: amici, colleghi

 

“Vorrei congratularmi con tutti voi  per il 15 ° anniversario della Shanghai Cooperation Organization e per  il 10 ° anniversario del trattato sul lungo termine del buon vicinato, amicizia e cooperazione.

Questi due documenti hanno gettato una base affidabile per il lavoro efficace della SCO sui principi di uguaglianza e rispetto reciproco.

Ancora una volta, vorrei dare il benvenuto a Mr Narendra Modi e al signor Nawaz Sharif. Oggi, l’Organizzazione per la Cooperazione di Shanghai sarà ampliata con i suoi nuovi membri a pieno titolo.

La decisione di avviare il processo di ammissione per questi paesi è stato fatto al vertice Ufa durante la presidenza russa del SCO nel 2015. In meno di due anni, l’India e il Pakistan hanno soddisfatto tutte le condizioni e completato tutte le procedure necessarie. Ora il nostro compito è quello di aiutare i nostri nuovi partner ad integrarsi nel lavoro multiforme svolto dalla SCO.

L’espansione della Shanghai Cooperation Organization contribuirà senza dubbio a farla diventa più potente e influente in campo politico, economico e umanitario.

La SCO ha sempre giustamente come priorità, la  sicurezza e la stabilità alle frontiere esterne degli stati membri.

Un aumento senza precedenti del terrorismo e dell’estremismo in tutto il mondo ha dato a questo compito una  particolare importanza. Ho detto molte volte che è possibile sconfiggere questo male unendo gli sforzi onesti e costruttivi di tutti i paesi nel rigoroso rispetto del diritto internazionale.

La lotta contro il terrorismo dovrebbe essere e senza nessun tipo di compromesso a livello di sistema. Insieme per  eliminare le cause sociali ed economiche del terrorismo e dell’estremismo dobbiamo fare del nostro meglio per neutralizzare l’ideologia terrorista.

Credo che insieme potremo aumentare gli sforzi per fornire una soluzione politica e diplomatica dei conflitti regionali, prima di tutto, in Medio Oriente, e in particolare in Siria.

Vorrei farvi notare che ci sono alcuni sviluppi incoraggianti nella soluzione della crisi siriana. Esse sono legate a una serie di riunioni periodiche internazionali qui, ad Astana, capitale del Kazakistan, con la mediazione della Russia, della Turchia e dell’Iran. I risultati più importanti sono il cessate il fuoco tra le truppe governative e gruppi armati di opposizione e la creazione di zone di de-escalation in Siria.

V’i è ora una reale opportunità per rafforzare il cessate il fuoco in Siria e dare un impulso ai colloqui di Ginevra.”

Fonte: Kremlin. ru, Agenparl

I commenti sono chiusi.