Nuovi bombardamenti russi: Esercito di Assad alle porte di Palmira.

ar-610860

 

Nonostante il ritiro parziale  del  contingente militare, annunciato ieri a sorpresa dal presidente Vladimir Putin, la Russia in giornata ha lanciato nuovi bombardamenti con aerei ed elicotteri in Siria, martellando in particolare i dintorni di Palmira.

Lo ha riferito l’Osservatorio Siriano per i Diritti Umani, secondo cui gli attacchi “hanno permesso di avanzare all’Esercito governativo, che ormai si trova appena 4 chilometri a sud e a ovest” del centro urbano.

Secondo l’emittente “al Manar”,  le forze governative nella loro avanzata hanno usufruito di “una massiccia copertura di aerei russi”.

I governativi dopo aver “preso sotto il loro controllo Tel 800 e al Muammedan”, località a 6-7 chilometri a Ovest di Palmira ora stanno “registrando una grande avanzata nel monte al Hail verso Tel 900”.

 “E’ ancora un pò troppo presto per parlare di vittoria sui terroristi“, ha dichiarato il vice ministro della Difesa, il generale Nikolai Pankov, presso la base aerea russa nel sud-ovest della Siria.

I raid contro “obiettivi terroristici” proseguiranno, inoltre Il Cremlino ha  confermato che manterrà nel Paese tutti i mezzi necessari alla protezione delle sue strutture, compresi i sistemi di difesa aerea S-400.

Fonte originale della Notizia: TGCOM24, askanews.it

 

I commenti sono chiusi.